Come realizzare l’ effetto bokeh attraverso 4 semplici consigli

Gen 18, 2021 | Consigli fotografici

Come realizzare l’ effetto bokeh? Come riuscire ad ottenere delle fotografie davvero interessanti attraverso questo tipo di tecnica? Qual’ è l’ attrezzatura ideale per riuscire a creare delle immagini accattivanti? Bene!!! Queste solitamente sono solo alcune delle domande che spesso ci si pone quando si vuole imparare qualcosa di nuovo. All’ interno di questo articolo ho deciso di riportare la mia esperienza per riuscire a darti 4 semplici consigli che potranno rivelarsi davvero utili per riuscire a creare un effetto sfocato davvero interessante.

Come realizzare effetto bokeh

Una cosa è certa. Creare delle ottime fotografie non è una cosa semplice, però ti posso assicurare che con il giusto approccio e una buona dose di pazienza è davvero possibile riuscire a migliorare la propria tecnica fotografica. Quella sì; si può migliorare; ed è una delle cose fondamentali dove si può agire. Ed è proprio per questo motivo che ho deciso di scrivere questo articolo, sperando che possa servirti per imparare qualcosa di nuovo o perchè no; anche per fare un ripasso di alcuni argomenti che già conosci e che di sicuro non fanno mai male ogni tanto darci un’ occhiata.

Non è un caso infatti che quello che sto scrivendo serve anche a me. Anzi!!! Ti dirò di più. Stare con i piedi per terra e continuare ad essere critico in maniera costruttiva verso quello che faccio, è uno dei motivi principali che mi ha fatto migliorare sempre di più la tecnica fotografica. Non è detto che le mie immagini ti possano piacere. I gusti sono gusti, ma dietro al sapere e la formazione non si discute. Quella, una volta appresa, diventa un mezzo fondamentale per riuscire a creare i contenuti che desideriamo.

Bene!!! Detto questo. E’ arrivata proprio l’ ora di iniziare con la lista dei 4 semplici consigli.

Consiglio numero 1

Come realizzare effetto bokeh
Imposta nella tua reflex questo formato

La prima cosa che vorrei dirti anche se sembra scontata è quella di scattare utilizzando il formato RAW. Per capire più da vicino il motivo di questa cosa ti invito a leggere l’ artico “Formato RAW:perchè dovresti utilizzarlo e perchè è davvero utile”. In questo articolo invece mi limiterò solamente a dire che scattare in RAW ti dà la possibilità di immagazzinare molti più dati rispetto al jpeg. Tutto questo sta a significare che avrai a disposizione un file grezzo con molti più dettagli e quindi di conseguenza una maggiore possibilità di mettere mano alla post produzione senza perdere la qualità dell’ immagine.

Questo però ti sarà possibile se avrai a disposizione una macchina fotografica che ti permetterà di scegliere questo formato. Purtroppo alcune compatte e alcuni dispositivi mobile più datati non hanno questa funzione.

Consiglio numero 2

Come realizzare effetto bokeh
Apertura del diaframma a F4.0

Per realizzare un buon effetto bokeh sarebbe opportuno scegliere un diaframma più aperto, ma non è del tutto indispensabile e poi ti spiegherò anche il perchè. Anche in questo caso ti invito a leggere l’ articolo che ho scritto proprio su questo argomento: ” Come gestire al meglio il diaframma nelle tue fotografie” . Detto questo!!! Partiamo da una semplice domanda. Perchè è consigliabile scegliere un diaframma più aperto?

Ti vado subito a rispondere. Un diaframma più aperto tipo F2.8 o F3.5 ti darà la possibilità di ottenere un effetto bokeh molto più deciso in termini di sfocatura. Sì. Ok, va bene. Ma se io ho il classico obbiettivo 18-55 dove l’ apertura del diaframma arriva appena a F5.6 cosa posso fare? Sono fregato/a? Certo che no. Ti garantisco che anche con l’ obbiettivo base si possono ottenere degli sfocati davvero interessanti. L’ importante è capire quello che si vuole ottenere e comprendere fino in fondo dove può arrivare a spingersi l’ obbiettivo che hai a disposizione in quel momento. Come dicevo all’ inizio infatti. Per ottenere un bellissimo effetto bokeh non serve un attrezzatura da migliaia di euro.

Poi una cosa è certa. Se il tuo obbiettivo è quello di arrivare a scattare delle fotografie naturalistiche wildlife allora dovrai dotarti di obbiettivi in grado di arrivare ad un apertura del diaframma davvero importante, però dovrai sapere anche che ti ci vorranno diversi soldini per acquistare questo tipo di attrezzatura. Ma questo è un’ altro discorso.

Consiglio numero 3

Come realizzare effetto bokeh
Distanza dal soggetto a 50 cm. circa

E’ possibile aumentare l’ intensità dello sfocato non solo con l’ apertura del diaframma ma anche in base alla vicinanza dal soggetto che si vuole fotografare. In questo caso dobbiamo sapere che stiamo agendo sulla profondità di campo. Quindi mi stai dicendo che più mi avvicino, più lo sfondo risulterà sfocato? Sì è proprio così. Allora per ottenere una foto migliore basta che mi avvicino il più possibile? In questo caso però la risposta è no. Una fotografia con uno sfocato bello deciso non sempre corrisponde ad un ottima immagine. A volte sarebbe opportuno creare uno sfocato riconoscibile. Mi spiego meglio.

Un leggero effetto sfocato

Prendiamo l’ esempio della foto qui sopra. Chi ha scattato la fotografia, voleva sicuramente ottenere un effetto bokeh, ma il suo intento era anche quello di contestualizzare l ‘intera immagine per far capire a chi la guardava il suo messaggio. Di sicuro ti sarà capitato di vedere sui social o in internet immagini di questo tipo.

In questi casi uno sfondo parecchio sfocato e quasi irriconoscibile non avrebbe reso alla stessa maniera. Ecco quindi che l ‘intensità dello sfocato dipende sempre da ciò che si vuole ottenere e il messaggio che vogliamo trasmettere. Ci vuole pazienza e un pò di pratica costante per riuscire a capire come dovrai agire nelle rispettive situazioni e vedrai che con il tempo tutto ti sarà più semplice.

Se ti va e hai voglia puoi leggerti l’ articolo che ho scritto su “Come gestire la profondità di campo nella fase che precede lo scatto”.

Consiglio numero 4

Per un buon effetto bokeh spendi qualche secondo nella messa a fuoco del soggetto principale. Perchè ti dico questo? Questa operazione davvero molto semplice è di fondamentale importanza. L’ obbiettivo infatti è quello di far capire a chi guarderà la tua immagine chi è il vero protagonista della scena e quindi la messa a fuoco dovrà essere impeccabile. Ma c’è un ma……..

Non sottovalutare mai questa operazione. A volte gli errori possono capitare proprio mentre si stanno facendo delle cose piuttosto semplici. Non è un caso infatti che a volte, soprattutto quando si stanno utilizzando dei teleobbiettivi, dove la profondità di campo si riduce drasticamente rispetto ad obbiettivi con una focale più corta; può capitare di non centrare in maniera del tutto corretta la messa a fuoco. Mi spiego meglio.

Il tuo intento era quello di rendere perfettamente nitida una parte del soggetto che ritenevi interessante, ma poi in post produzione ti sei accorto/a che hai toppato amaramente. Per ovviare a questo tipo di problema, il consiglio che posso darti è sempre quello di scattare più fotografie, anche ad angolazioni diverse. In questo modo sarai sicuro/a di aver portato a casa le foto che desideri.

Ultime considerazioni

Questi che hai letto sopra sono i consigli che mi sento di darti per riuscire a realizzare un buon effetto bokeh. Magari li conoscevi già o forse no, questo non lo posso sapere. Ma una cosa è certa. Non si finisce mai di imparare e ogni tanto rinfrescare le nozioni di base non fa mai male. Ho cercato di scrivere nella maniera più semplice possibile, perlomeno ci ho provato. Detto questo non mi rimane che salutarti.

A presto

Francesco

Spero che questo articolo sia stato davvero utile. Se hai qualche domanda scrivimi pure qui sotto nei commenti e farò del mio meglio per risponderti il prima possibile.

Articoli Correlati

10 Consigli su come scattare foto di paesaggi migliori

Come impostare il giusto tempo di scatto per le tue fotografie

Alcune fotografie sono state prese dal sito pixabay

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest