Obbiettivo 18-55: ti racconto il mio punto di vista

da | Consigli fotografici

Obbiettivo 18-55: adesso si può davvero partire. Lo so!!! Non è di sicuro il miglior obbiettivo che un fotografo possa avere nel suo parco lenti; ma aldilà di questo è veramente impossibile riuscire a portare a casa delle ottime fotografie con il 18-55? Vediamolo insieme.

Obbiettivo 18-55

Prima di continuare però voglio fare una premessa. La maggior parte delle immagini che vedrai pubblicate in questo articolo sono state scattate circa 1 anno e mezzo fa, cercando di sfruttare la luce migliore e in alcuni casi anche alcuni filtri particolari che mi hanno permesso di aumentare il tempo di esposizione.

Sono fermamente convinto che una buona fotografia non dipende esclusivamente dall’ attrezzatura in tuo possesso; ma quello che fa davvero la differenza è dato dall’ idea che hai in mente di realizzare. E’ normale poi che se il tuo obbiettivo è quello di fotografare gli animali o le stelle……..Beh!!! In quel caso è palese che l’ obbiettivo 18-55 non potrà mai soddisfare le tue esigenze.

Obbiettivo 18-55

Ma allora perché non puntare subito l’ attenzione su altri tipi di obbiettivi? Ti rispondo subito. Se il mio percorso fotografico non fosse passato per l’ obbiettivo 18-55 di sicuro non avrei imparato tutto quello che oggi rappresenta il mio bagaglio tecnico.

Il fatto di aver avuto a disposizione questo obbiettivo per circa 2 anni e che ancora fa parte della mia attrezzatura, mi ha permesso di sperimentare tanto, ma soprattutto ho avuto la possibilità di capire i ………..

Pregi e difetti di questo obbiettivo

Obbiettivo 18-55

Che naturalmente ora andremo a vedere. Quello che troverai scritto qui di seguito è il frutto della mia esperienza personale e di numerose prove effettuate sul campo. A questo punto partiamo subito andando a parlare delle caratteristiche di questo obbiettivo.

  • Leggero e versatile: pesa pochissimo e lo si può portare ovunque;
  • Messa a fuoco: in condizioni di luce scarsa fatica parecchio; ma con alcuni piccoli accorgimenti ti sarà possibile ugualmente portare a casa degli ottimi scatti. Solitamente quando mi trovavo in queste condizioni cercavo di puntare il quadratino della messa a fuoco nei punti dove era presente un maggior contrasto luminoso;
  • Nitidezza: C’è da fare un po’ d’ attenzione soprattutto quando ci si ritrova a scattare in condizioni di luce scarsa. Dalla mia esperienza mi sono accorto che in queste condizioni nelle ombre si creano numerosi artefatti. In ogni modo per evitare questo tipo di problema si possono creare più immagini con la stessa composizione e poi agire in post produzione utilizzando le maschere di livello e gli appositi pennelli;
  • Distorsione: se ti ritroverai a scattare a 18 millimetri è molto probabile che la linea dell’ orizzonte tenderà a curvarsi. Questa cosa la potrai notare soprattutto durante le fotografie effettuate nelle zone di mare. Per questo aspetto però i software della Adobe ci sono venuti incontro attraverso una funzione davvero molto utile. Per cui!!! Con un semplice click del mouse su attiva correzione profilo è possibile correggere questo tipo di problema.

Che fotografie ci posso fare con il 18-55?

Campo Imperatore

Bella domanda!!! Partiamo con il dire che i limini sono davvero tanti, ma con le dovute accortezze e sperimentando sul campo sono sicuro che riuscirai a portarti a casa delle fotografie davvero interessanti.

Se stai iniziando ora il tuo percorso fotografico allora non posso far altro che consigliarti di continuare a scattare con questo obbiettivo. Sperimenta, fai prove e soprattutto trova delle idee geniali che possono far passare in secondo piano il concetto che una buona fotografia dipenda esclusivamente dall’ attrezzatura in tuo possesso.

Ti dico questo perché ho conosciuto persone appassionate che scattano decisamente molto meglio di fotografi professionisti fissati con le marche e i modelli più blasonati. Se vuoi davvero migliorare la tua fotografia concentrati sul come rendere migliori i tuoi scatti e soprattutto stai con i piedi per terra. L’ umiltà di osservare, di correggerti, di accettare una critica costruttiva migliorerà il tuo modo di interpretare la fotografia.

Ora!!! Fatta questa premessa ti posso dire che nella maggior parte dei casi utilizzando l’ obbiettivo 18-55 ti potrai dedicare soprattutto alla fotografia paesaggistica.

Conclusioni

Cos’ altro ti posso dire su questo obbiettivo kit? Sicuramente è il prodotto ideale per chi sta iniziando il suo percorso fotografico. Ideale da portare in qualsiasi luogo anche perché occupa veramente pochissimo spazio; in più è leggerissimo. Quindi!!! Il consiglio che ti posso dare è quello di sperimentare al massimo la tua creatività. A questo punto non mi resta che augurarti buone fotografie.

Spero che questo articolo sia stato davvero utile. Se hai qualche domanda scrivimi pure qui sotto nei commenti e farò del mio meglio per risponderti il prima possibile.

A presto

Francesco

Articoli Correlati

Formato Instagram: ti parlo delle mie linee guida

La luce migliore in fotografia: ti parlo della mia esperienza

Come realizzare l’ effetto bokeh attraverso 4 semplici consigli

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pin It on Pinterest