Parco Nazionale di Krka:informazioni utili per visitarlo al meglio

Set 17, 2021 | Croazia

Partiamo subito con una domanda molto diretta. Vale la pena visitare il Parco Nazionale di Krka? Dopo averlo vissuto in prima persona la mia risposta è Sì. Ora!!! Non so dirti con certezza se i Laghi di Plitvice siano nettamente migliori a livello estetico; la cosa certa però è che non amo così tanto fare i confronti di questo genere, anche perchè ogni posto ha le sue caratteristiche che per certi versi lo rende unico e ineguagliabile.

Krka National Park
Passando attraverso il fiordo

Ora!!! Fatta questa premessa………. sei pront* per venire con me alla scoperta di questo Parco Nazionale davvero incredibile? Bene!!! Allora partiamo subito!!!

Il mio intento è quello di riuscire a darti il maggior numero di informazioni in modo tale che tu possa avere alcune linee guida su come muoverti all’ interno di questo Parco, perlomeno questo è il mio più grande desiderio. Ti dico già che scoprire il parco è davvero molto semplice e lo si può fare tranquillamente in piena autonomia anche se non si conosce benissimo l’ inglese.

D’ altronde noi italiani siamo molto bravi con i gesti. Questo però non è un’ invito a rimanere nei “box di partenza” in ambito del sapere e dell’ apprendere, ma bensì un’ invito a provarci e magari perchè no a superare anche alcune ansie e paure interiori. Ti posso garantire che se c’ è l’ ho fatta io ci puoi riuscire benissimo anche tu.

Inoltre proprio perchè non mi piace dare nulla per scontato, ho deciso di lasciarti anche un link di un’ articolo che ha scritto una bravissima travel blogger che si chiama Giulia Raciti, dove potrai trovare tutte le informazioni che ti mancano. Ti basterà cliccare qui.

Ho scelto proprio lei per un motivo ben preciso. Ha girato il mondo in solitaria e di sicuro porta con sè un bagaglio di conoscenze davvero molto ampio. Insomma!!! Mi fido ad occhi chiusi di quello che scrive nei suoi articoli. Per quanto riguarda la mia parte invece cercherò di fare il possibile per raccontarti al meglio la mia esperienza e non è detto che per forza debba coincidere con l ‘idea che hai in mente tu.

Lo scopo di questo articolo infatti è solamente quello di fornirti il maggior numero di informazioni in modo tale che tu poi possa poi procedere da sol*.

Detto questo!!! Partiamo subito con ……….

le informazioni necessarie

per poter organizzare al meglio la tua esperienza fotografica qui al Parco Nazionale di Krka.

Skradin
La piccola cittadina di Skradin
  • Dove dormire? Vista la vicinanza al porto d’ imbarco ti potrei dire di scegliere la cittadina di Skradin, sicuramente una cittadina davvero molto interessante e anche molto carina a livello estetico. Inoltre qui non manca proprio nulla, ci sono infatti moltissimi servizi come bar, ristoranti, una serie infinita di bancomat che per alcuni versi mi ha anche incuriosito ed un porto turistico a dir poco stupendo. Inoltre vista la sua posizione rappresenta sicuramente un posto ideale dove poter iniziare fin da subito a scattare delle bellissime fotografie;
Parco Nazionale di Krka
La navigazione in battello
  • Come arrivare al Parco Nazionale di Krka: da Skradin partono i traghetti che in 25 minuti arriveranno al molo di attracco che rappresenta anche l’ ingresso del Parco Nazionale di Krka. Il costo del biglietto aggiornato a settembre 2021 è di 200 kune (circa 27€ a/r compreso il biglietto di ingresso al parco) per gli adulti, mentre per i bambini con età inferiore ai 7 anni è gratis. In ogni modo per avere le informazioni aggiornate sui prezzi dei biglietti ti basterà dare un’ occhiata al sito ufficiale di riferimento www.np-krka.hr;
Parco Nazionale di Krka
Parco Nazionale di Krka
  • Skradinski Buk: rappresenta l’ attrazione principale ed anche la prima tappa obbligatoria per chi arriva da Skradin o da Lozovac. Il consiglio che ti posso dare è quello di arrivare la mattina presto, o meglio, scegliere i primi orari d’ ingresso al Parco così da avere sicuramente molta più tranquillità per riuscire a scattare delle ottime fotografie;
Parco Nazionale di Krka
La passerella in legno
  • Come muoversi all’ interno del parco: la cosa è davvero molto semplice e potrai in tutta tranquillità dedicarti al percorso educativo. Si tratta di un sentiero natura che si può fare in circa un’ oretta camminando su passerelle e ponti di legno. Naturalmente il tempo che ti ho indicato è relativo. Il tutto dipende infatti dal numero di fotografie che vorrai scattare e per ognuno è diverso;
  • Altre esperienze imperdibili: da Skradinski Buk proseguendo per circa 1 km potrai arrivare ad un’ altro punto di imbarco dove avrai la possibilità di fare un’ altra escursione davvero molto interessante (l’ Isola di Visovac e le cascate di Roski Slap). Peccato che si debba pagare un’ altro biglietto oltre a quello già pagato in precedenza per entrare al Parco e questo di sicuro rappresenta l’ unica nota stonata;
  • Servizi: nella zona di Skradinski Buk ci sono bar, ristoranti, toilette e negozi di souvenir; per cui ti potrei dire che non manca proprio nulla.

Ed ora dopo tutte queste informazioni partiamo subito con il racconto della mia esperienza qui al Parco Nazionale di Krka!!!

Le Cascate di Skradinski Buk

Parco Nazionale di Krka

Penso che sia impossibile non rimanere affascinati da questa meraviglia della natura. Le Cascate di Skradinski Buk infatti rappresentano sicuramente l’ attrazione principale del Parco Nazionale di Krka ed è giusto dedicargli una menzione particolare.

Ora!!! Non so dirti di preciso se quando sono capitato io la portata d’ acqua sia rimasta la stessa dei mesi autunnali o invernali; una cosa però è certa; sono rimasto letteralmente incantato dalla sua potenza. A mano a mano che mi avvicinavo si iniziava a sentire sempre di più il rumore dell’ acqua e una volta arrivato al suo cospetto devo ammettere che ho provato una grandissima emozione.

In quel momento non ho scattato nessuna fotografia, ma sono rimasto solamente a guardare. Anzi!!! Se proprio devo essere sincero, ho preso questa decisione poichè dopo esserci stato di persona ho pensato che forse l’ orario migliore per poter scattare delle ottime fotografie alla Cascata di Skradinski Buk è il pomeriggio.

Perlomeno quando sono capitato io, ovvero, tra il mese di agosto e settembre, il sole si trovava proprio dietro alla cascata ed il contrasto tra la luce e l’ acqua era decisamente troppo forte; quindi ho deciso di ritornarci in un secondo momento. Ho pensato che forse anche la tecnica dell’ HDR o i filtri per creare una lunga esposizione sarebbero stati inutili in quella situazione. Ma se avessi avuto il drone sarebbe stata tutta un’ altra storia……..

In ogni modo non prendere queste informazioni come assolute, ma valuta al momento quale sia l’ orario migliore per poter fotografare questa cascata davvero incredibile. E se vuoi saperne di più su come gestire la luce in fotografia ti invito a leggere l’ articolo che ho scritto a riguardo. Ti basterà cliccare qui.

L’ Isola di Visovac e Roski Slap

L' Isola di Visovac

Dopo la prima tappa alle Cascate di Skradinski Buk abbiamo deciso di effettuare anche un’ altra esperienza che ci ha permesso di vedere l’ isola di Visovac, il fiordo e le cascate di Roski Slap che purtroppo però, visto il caldo di questa stagione, non avevano quella portata d’ acqua tipica dei mesi autunnali o di inizio primavera. Pazienza!!!

L’ escursione è durata 4 ore e tutto sommato è stata anche piacevole oltre al fatto che mi ha permesso di avere un’ idea molto più completa del Parco Nazionale di Krka. In se per se posso dire che è stata un’ esperienza rilassante e che rifarei al cento per cento nonostante abbiamo dovuto ripagare una seconda volta; 130 kune per gli adulti, circa 18€ e 90 kune per i bimbi da 4 a 7 anni, circa 12€ (prezzi aggiornati a settembre 2021).

Roski Slap

Detto questo!!! Il tragitto in battello mi ha dato la possibilità di rallentare e gustarmi il Parco da un’ altra prospettiva. Di sicuro rispetto ad altre esperienze fotografiche che ho fatto; qui non c’ è stato il tempo di potersi piazzare con il cavalletto; ma chi se ne frega!!! Alla fine poi l ‘intero contesto mi ha permesso ugualmente di portare a casa gli scatti che desideravo.

In effetti devo ammettere che le fotografie troppo costruite mi iniziano a stare un pò strette; ma questo è solamente un mio parere del tutto personale. In ogni modo anche se il tempo per scattare è stato davvero limitato, consiglio a pieni voti di fare questa esperienza.

Cascate di Roski Slap

Ed ora!!! Ecco alcuni consigli pratici!!! Se ti è preso un’ attacco di fame; magari sgranocchia qualcosina durante il tragitto in battello in modo tale da non perdere tempo una volta arrivat* sull’ Isola di Visovac (30 minuti di sosta) e la zona di Roski Slap (circa 1 ora e mezza). Qui il tempo potrà sembrarti tanto ma in realtà quando ti renderai conto che dovrai scalare i 500 scalini per arrivare nel punto più panoramico ti assicuro che sarà una corsa contro il tempo.

Io sono riuscito appena ad arrivare a metà della scalinata e poi ho deciso di non continuare. Purtroppo ho perso troppo tempo per mangiare e alla fine è stato quasi un flop. In ogni modo, per ovviare a questo tipo di problema, la soluzione più idonea sarebbe quella di avere il drone a portata di mano. In questo caso riuscirai ad evitare i 500 scalini e sicuramente avrai molto più tempo per poter scattare le tue fotografie e perchè no fare anche le tue riprese video.

I ponti e le passerelle in legno

Parco Nazionale krka

Al rientro dall’ escursione poi mi sono praticamente fiondato nel sentiero natura. Anche questa esperienza è stata molto piacevole; ma per riuscire a creare gli scatti che avevo in mente ho dovuto allenare la mia pazienza. Qui infatti sarà praticamente impossibile essere da soli a meno che non deciderai di andarci nei periodi fuori stagione.

In ogni modo il luogo merita davvero di essere preso in considerazione e quindi lo consiglio a tutti gli effetti. Il sentiero è lungo circa 2 km ed è facilissimo da fare anche con i bambini. In linea di massima ci si impiega circa un’ oretta, ma quando si scattano molte fotografie tutto diventa relativo.

Detto questo!!! Pensa a quanto sarebbe bello in autunno durante il periodo del foliage!!!

Come arrivare al Parco Nazionale di Krka

Sicuramente il modo più semplice e veloce per arrivare al Parco Nazionale di Krka è la macchina. Se arriverai a Spalato dovrai prendere l’ autostrada A1 in direzione di Zagabria(Zagreb) e percorrere circa 90 km fino ad arrivare alla cittadina di Skradin. In linea di massima io ci ho impiegato un’ oretta ed è stata una passeggiata di salute.

Anche se arriverai da Zara le cose non cambiano. Dovrai prendere sempre l’ autostrada A1 questa volta però in direzione di Spalato(Split)/Dubrovnik(Ragusa). In linea di massima sia i km che i tempi di percorrenza sono gli stessi come d’ altronde anche l’ uscita per la cittadina di Skradin.

Se invece sei sprovvist* di auto allora il tragitto sarà un pò più macchinoso. Ora!!! Non avendolo effettuato in prima persona non so dirti nulla di più tranne per il fatto che il Parco Nazionale di Krka non ha delle vere e proprie fermate ufficiali. I paesi più vicini infatti sono Skradin e Sebenico che tra l’ altro sono anche raggiungibili con l’ autobus. In ogni modo però ti invito a consultare il sito ufficiale di getbybus così da avere delle informazioni molto più dettagliate a riguardo.

Ultime considerazioni

Sembra che siamo arrivati proprio alla fine di questo articolo. Cosa potrei aggiungere sul Parco Nazionale di Krka? Vista la sua vicinanza ad alcune delle città più importanti della Croazia (Spalato e Zara) rappresenta sicuramente una destinazione da inserire all’ interno del tuo on the road.

Spero che questo articolo sia stato davvero utile. Se hai qualche domanda scrivimi pure qui sotto nei commenti e farò del mio meglio per risponderti il prima possibile.

A presto

Francesco

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest