Itinerario fotografico alla Riserva Naturale Regionale del Monte San Vicino e Canfaito

da | Mag 31, 2020

Vieni con me a scoprire le bellezze di questo angolo delle Marche attraverso un’ incredibile itinerario fotografico alla Riserva Naturale Regionale del Monte San Vicino e della faggeta di Canfaito. All’interno dell’articolo non mancheranno informazioni che ti serviranno per organizzare al meglio e in piena autonomia la tua escursione fotografica qui al San Vicino. E allora che aspetti!!! Parti subito per questa avventura all’aria aperta.

Itinerario fotografico alla Riserva Naturale Regionale del Monte San Vicino e CANFAITO

Tra queste montagne all’apparenza impervie,ci sono due luoghi quasi dimenticati che sono diventati nel tempo la meta ideale di numerosi fotografi.

Stiamo parlando della Faggeta di Canfaito e il paesino quasi disabitato di Elcito.

Se è la prima volta che sentite parlare di questi due posti;allora non posso che dirvi di continuare a leggere.

All’interno di questo articolo troverete informazioni utili,una guida ben dettagliata del posto;informazioni su come arrivare e l’attrezzatura necessaria per poter scattare delle ottime fotografie.

Verranno indicate le distanze tra i due luoghi e verranno menzionati alcuni link di riferimento che vi potranno servire per organizzare al meglio la vostra prossima uscita fotografica.

Bene! Ora è arrivato proprio il momento di partire e detto questo iniziamo subito la nostra avventura…..

Itinerario fotografico al Parco Regionale del Monte San Vicino:la faggeta di Canfaito

Itinerario fotografico alla faggeta di Canfaito. Come arrivare a Canfaito.

Nonostante mi trovo a poco più di un’ora di macchina,non ero mai stato in questo posto così particolare e stupendo.

Divenuta Riserva Naturale Regionale nel 2009 grazie alle associazioni ambientaliste che a lungo si sono battute per essa;oggi proprio grazie a loro ne possiamo apprezzare la bellezza e l’unicità del territorio.

Cosa dire di questa faggeta? Immensa,affascinante,ordinata. Un luogo che in alcune circostanze particolari sa diventare anche misterioso;basti pensare al periodo delle nebbie.

Itinerario fotografico al Parco Regionale del Monte San Vicino
Foliage d’autunno

Ma la faggeta di Canfaito può rivelarsi un luogo unico in ogni stagione;ma nonostante questo è l’autunno che ancora la fa da padrone con il suo foliage in grado di catturare l’attenzione con i suoi colori vivaci.

Non è un caso infatti che proprio in questo periodo ci sono numerose associazioni fotografiche che organizzano dei veri e propri tour di una giornata all’insegna dei colori autunnali. Un vero e proprio spettacolo.

Itinerario fotografico al Parco Regionale del Monte San Vicino
Lo spettacolo dei colori autunnali

Se proprio ti interessa questo periodo allora posso dire che i mesi di fine settembre ottobre e fino alla metà di novembre potrai godere di questo spettacolo.

Itinerario fotografico al Parco Regionale del Monte San Vicino: Elcito e la sua storia

Itinerario fotografico ad Elcito. Come arrivare a Elcito. Cosa vedere nelle Marche.

Un posto incantevole,fotograficamente parlando,quasi surreale. Però con tutta la sua tenacia,Elcito è lì,adagiato su uno sperone di roccia a 824 m.s.l. del mare. In epoca medioevale era un castello eretto a difesa dell’abazia benedettina di Valfucina;oggi piccolo paese quasi disabitato,ma particolarmente interessante dal punto di vista paesaggistico e naturale.

Ad oggi si fa un po’ fatica a pensare che possano esistere ancora delle realtà di questo genere,ma forse è proprio questo che attira così tanto noi fotografi,sempre alla ricerca di qualcosa di unico.

Nonostante il suo essere così isolato,è molto semplice arrivare in questo piccolo paesino. Elcito si raggiunge da San Severino Marche percorrendo la strada per Apiro fino alla frazione di Castel San Pietro dove si imbocca la strada che conduce al paese;circa 5 km.

Se venite dalla parte opposta;il paese di riferimento è sempre Apiro. Si seguono le indicazioni per San Severino Marche fino ad arrivare alla frazione di Castel San Pietro e di lì poi si prosegue per Elcito.

Appena superato il paese troverai la svolta sulla destra. Comunque sia è tutto ben segnalato ed è proprio impossibile sbagliare strada

Una volta arrivato ad Elcito,potrai parcheggiare facilmente la macchina e quindi andare alla scoperta di questo piccolo borgo.

Itinerario fotografico a Elcito e la faggeta di Canfaito: consigli pratici per organizzare al meglio la tua giornata

Il foliage di Elcito. Foliage nelle Marche.
Faggeta di Canfaito

Qui di seguito troverai una lista ben dettagliata di informazioni che potranno rivelarsi molto utili nel caso deciderai di venire da queste parti.

Ed ora senza troppi giri di parole iniziamo subito con quanto detto.

Consiglio numero 1:

Se deciderai di andare alla Faggeta di Canfaito in inverno quando c’è neve,la strada da Pian dell’Elmo che prosegue in direzione Matelica non è soggetta a sgombero neve,quindi è bene informarsi telefonando agli uffici di appartenenza del Comune di San Severino Marche;oppure andare ben equipaggiati,con catene a bordo e gomme termiche.

Consiglio numero 2:

E’ consigliato l’uso di scarponcini da trekking e un tipo di abbigliamento idoneo in base al tipo di stagione in cui si decide di andare.

Consiglio numero 3:

In questo posto,in linea di massima c’è segnale.Sembra una cosa del tutto scontata,ma ti assicuro che è un bene nel caso ti dovessi trovare in difficoltà.

Consiglio numero 4:

Per quanto riguarda i sentieri,ti posso dire che c’è ne sono molti e di varie lunghezze. Io mi sono dedicato soprattutto a scattare fotografie;per cui non ti posso dire molto su questa cosa;però ti posso già garantire che ogni qual volta che ci saranno degli aggiornamenti li vedrai riportati su questo articolo;ma nel caso tu voglia delle informazioni più dettagliate;ti posso indicare il sito ufficiale della Riserva Naturale Regionale del Monte San Vicino e del Monte Canfaito dove potrai scaricare la carta dei sentieri.

Consiglio numero 5:

Il parcheggio è presente sia ad Elcito;come già indicato sopra,ed è presente anche un ampio parcheggio in prossimità della faggeta di Canfaito;però per arrivarci dovrai percorrere un breve tratto di strada sterrata davvero molto semplice. L’unico inconveniente la pioggia o se ha piovuto i giorni precedenti. Solo in questa situazione è molto probabile che al tuo arrivo troverai un terreno piuttosto fangoso e quindi a meno che tu non abbia un fuoristrada sarà difficile o perlomeno complicato arrivare fino al parcheggio.

Per fronteggiare a questo inconveniente,prima era possibile parcheggiare a circa un km dell’ingresso della faggeta e farsi tutto il tratto a piedi;ora dopo l’ordinanza del 16/05/2020 non è più possibile parcheggiare. C’è un bel cartello con divieto di sosta. Se ci saranno delle novità a riguardo aggiornerò subitissimo l’articolo. In ogni caso se riuscirai a trovare un parcheggio alternativo;ti straconsiglio di fare questo primo tratto a piedi.

Consiglio numero 6:

Fai attenzione agli animali.Qui non è raro imbattersi in mucche che pascolano allo stato brado. Simpatiche da fotografare.

Itinerario fotografico alla faggetta di Canfaito. Animali allo stato brado

Consiglio numero 7:

In alcuni tratti la strada è leggermente dissestata,ma comunque percorribile in assuluta tranquillità.

Consiglio numero 8:

La Faggeta di Canfaito dista da Elcito circa 5 Km. Sta a te decidere se fare tutto il tratto a piedi o prendere la macchina in tutta comodità.

Consiglio numero 9:

Superata la Faggeta il sentiero si divide in due. Dovrai prendere quello che trovi alla tua destra;è facilissimo;non puoi sbagliare.Dopo circa 10/15 minuti di camminata potrai ammirare una vista panoramica davvero stupenda(vedi l’ immagine qui sotto). Il tratto è molto agevole con una leggerissima pendenza e non troppo lungo. Ti do la mia parola che non rimarrai deluso.

Panorama Monte San Vicino e Canfaito. Panorama delle Marche.

Itinerario fotografico a Elcito e la faggeta di Canfaito: ultime considerazioni

Nel tempo questi due posti sono diventati una tappa fissa sia per fotografi che per appassionati. Nonostante questo ancora riescono a resistere alla contaminazione prettamente turistica. Detto questo però se il tuo desiderio è quello di trovarti in una situazione di inusuale solitudine con atmosfere decisamente molto particolari;allora non ti resta che scegliere i periodi meno battuti. A te e soltanto a te spetta questa scelta.

Spero che questo articolo sia stato davvero utile.Se hai qualche domanda scrivimi pure qui sotto nei commenti e farò del mio meglio per risponderti il prima possibile.

A presto

Francesco

Articoli Correlati

Cosa fotografare al Passetto di Ancona:alla scoperta dei luoghi più iconici

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo post con i tuoi amici