Itinerario alle Gole dell’Infernaccio: fotografando a passo lento

da | Ago 10, 2020

Un itinerario davvero incredibile svolto a passo lento dalle Gole dell’ Infernaccio fino all’Eremo di San Leonardo cercando di cogliere quei particolari fotografici che troppo spesso mi sfuggono per via della troppa fretta. All’interno dell’articolo troverai informazioni davvero utili su come sono stati realizzati alcuni scatti e naturalmente tutte le informazioni per poter intraprendere da solo/a o in compagnia questo itinerario.

Itinerario alle gole dell'Infernaccio

Mi sono concesso il lusso di andare piano,ho cercato di riflettere e di non agire d’impulso prima di fotografare,mi sono fermato per un attimo ad ascoltare il rumore dell’acqua,sempre presente durante tutto il percorso,ma soprattutto ho cercato di gustarmi ogni singolo istante di questo mio itinerario.

Lo so;il nome non è dei migliori;e visto così si fa un pò fatica a pensare che in questo posto ci si possa davvero rilassare e concedersi un attimo di pausa distaccati dalla routine di tutti i giorni;ma al di là del nome questo luogo è davvero incredibile.

Bene!! Se già ti ho incuriosito e non vedi l’ora di programmare la prossima uscita fotografica qui alle Gole dell’ Infernaccio ti dico subito che sono davvero semplici da raggiungere e quindi non ti rimane che organizzare il tuo prossimo fine settimana all’insegna della natura.

Itinerario alle Gole dell’ Infernaccio: passo dopo passo alla ricerca di dettagli

Itinerario alle Gole dell'infernaccio

Per questa volta ho scelto di andare piano. A volte può capitare di non avere le idee troppo chiare sul cosa e come fotografare un determinato luogo e non sempre l’ispirazione coincide con i nostri tempi.

Perlomeno per me è così. In ogni modo volevo raccontare questo posto in maniera un pò diversa dalla classica guida di sole informazioni e desideravo fortemente condividere con te questa mia esperienza effettuata alle Gole dell’Infernaccio. Oggi ho capito che l’andare piano ha un senso,che l’andare piano mi ha fatto vedere le cose in maniera diversa,ma soprattutto che l’andare piano mi ha fatto accorgere di particolari davvero incredibili che sicuramente mi sarei perso se fossi andato parecchio di fretta.

Vista in questo modo la salita all’Eremo di San Leonardo è stata una salita dolce. In totale tra andata e ritorno sono state 6 ore davvero piacevoli passate tra una fotografia e l’altra e brevi tratti percorsi a piedi.

Vuoi sapere se ne è valsa la pena affrontare questa escursione alle Gole dell’ Infernaccio? Assolutamente si,consigliatissime anche ai meno esperti. Il percorso infatti viene classificato come facile e adatto anche a famiglie con bambini. Allora che aspetti!!! Non startene lì seduto/a sul divano! Vai è gustati questa esperienza.

Itinerario alle Gole dell'infernaccio

Come ti dicevo prima ho deciso di inserire all’interno di questo articolo diverse fotografie con sotto la descrizione di come sono state realizzate,in modo tale che queste informazioni possano rivelarsi utili nel momento in cui ti dovessi trovare di fronte a situazioni simili. In questo modo riuscirai a portarti a casa anche tu degli scatti un pò diversi dal solito.

Le immagini che ti propongo per questo itinerario alle Gole dell’ Infernaccio sono state realizzate per la maggior parte a mano libera e poi naturalmente post-prodotte con Photoshop.

Questo per farvi capire che anche con una attrezzatura piuttosto semplice e decisamente economica si possono realizzare degli ottimi scatti. Le immagini che ti andrò a presentare non è detto che ti possano piacere,ognuno ha i suoi gusti. Quello che però ti potrà essere davvero utile è il fatto di sapere come sono state realizzate.

Ora,io non so se tu sei un appassionati di fotografia o blogger o altro;sta di fatto però che oggi è davvero troppo importante curare anche l’aspetto delle immagini del proprio blog o sito aziendale. Non è detto che le mie foto siano foto eccezionali,ed è proprio per questo motivo che investo parecchio del mio tempo nel cercare di migliorare questo aspetto. Alla fine poi non si finisce mai di imparare.

Ora però è arrivato proprio il momento di partire con la carrellata delle immagini con sotto i vari parametri di scatto e si ti va poi,fammi sapere nei commenti cosa ne pensi. Ti potrebbe anche interessare: Come creare una buona composizione che susciti interesse.

Planet earth
A mano libera ISO 3200 a 105 mm Diaframma F5.6
1/80 come tempo di scatto

Cosa fotografare alle Gole dell'infernaccio
A mano libera ISO 100 a 70 mm Diaframma F5.6
1/125 come tempo di scatto

Gole dell' Infernaccio
Con il cavalletto ISO 100 a 16 mm Diaframma F8
1/13 come tempo di scatto

Planet earth
A mano libera ISO 100 a 105 mm Diaframma F5.6
1/320 come tempo di scatto

L’arrivo all’Eremo di San Leonardo

Itinerario alle Gole dell'infernaccio

Una meta imperdibile se deciderai di venire da queste parti. Ma qual’è la sua storia? Ora non voglio discostarmi troppo dall’argomento di cui ho deciso di parlare,ma se ti interessa sapere qualcosa di più approfondito sull’Eremo di San Leonardo potresti visionare la pagina di riferimento di wikipedia. Dopo 3 ore circa di cammino e fotografie sono arrivato a destinazione.

Questo è il tempo che c’ho impiegato io andando veramente a passo lento e gustandomi ogni istante di questo percorso. Altrimenti in circa 1 ora 1 e 30;naturalmente in base al tipo di andatura;ci si può arrivare tranquillamente. Alcune info pratiche:

Itinerari alle Gole dell'Infernaccio
  • L’Eremo è aperto solo nei fine settimana,perlomeno così c’era scritto nel foglio appeso al cancello,ma per essere sicuri è meglio contattare il sito di riferimento www.sibilliniweb.it
  • A breve distanza dall’Eremo c’è una piccola fontanella d’ acqua fresca di montagna;
  • Purtroppo dopo il terremoto del 2016,l’ Eremo ha subito dei danni,quindi lo troverete ancora per un pò con l’impalcatura. Ideale per la sicurezza ma non tanto per le foto;
  • Vicino alla fontanella parte il sentiero che conduce alla Cascata del Rio(circa 30/40 minuti di cammino all’interno del bosco). Io sono arrivato fino al tratto che purtroppo ha franato dopo il terremoto. La scelta è stata quella di rinunciare. La sicurezza prima di tutto;
  • Quassù c’è segnale anche se a fasi alterne(penso che sia un problema della mia compagnia telefonica). Per la prossima escursione penso che provvederò a cambiarla;
Eremo di San Leonardo

Mi dispiace un pò per le foto ma questo è stato quello che ho trovato. L’interno non sono riuscito a fotografarlo poichè sono andato nell’unico giorno che avevo a disposizione;un lunedì;e di conseguenza l’Eremo era chiuso.

Però ti assicuro che merita di essere visto. Ero capitato da queste parti circa 6 o 7 anni fa e in quell’occasione non mi ero fatto scappare la visita all’Eremo oltre ad aver avuto l’onore di conoscere Padre Pietro,all’anagrafe Armando Girio Lavini.

Info utili per organizzare al meglio il tuo itinerario alle Gole dell’ Infernaccio

-Per arrivare alle Gole dell’ Infernaccio dovrai percorre una strada brecciata di circa 3 km. leggermente dissestata;ma nulla di che;

E’ presente un piccolo parcheggio nella parte finale. In ogni modo ti consiglio di arrivare presto. Considera che quando sono andato io era un lunedì e nonostante questo era parecchio affollato.

-Se vuoi goderti un pò di tranquillità il consiglio è quello di evitare i giorni di sabato e di domenica;

Il sentiero E9 per Capo Tenna è temporaneamente chiuso fino a data da destinarsi. Un vero peccato. Anche se un pò lungo ne valeva davvero la pena arrivare alle sorgenti del Tenna;

-I paesi vicini come punto di riferimento alle Gole dell’ Infernaccio sono Montefortino che dista circa 9 km. e Rubbiano che dista circa 3,5 km. In ogni modo ci sono diversi cartelli stradali come indicazione per arrivare alla Gole dell’ Infernaccio per cui è quasi impossibile sbagliarsi;

Anche se deciderai di andare nel mese di agosto,portati qualcosa per coprirti. Ho messo quasi contro voglia il kway nello zaino. Del tipo.Mah!! Lo porto o lo lascio a casa? E’ invece è servito. La mattina era piuttosto rigido e quindi mi ha fatto davvero comodo averlo a portata di mano;

-Le Gole dell’ Infernaccio si prestano molto bene per la fotografia naturalistica;

Detto questo ti auguro davvero di cuore di vivere una magnifica esperienza alle Gole dell’ Infernaccio e magari chissà;quando tornerai a casa rimarrai davvero stupito/a delle fotografie che hai realizzato.

Spero che questo articolo sia stato davvero utile.Se hai qualche domanda scrivimi pure qui sotto nei commenti e farò del mio meglio per risponderti il prima possibile.

A presto

Francesco

Articoli Correlati

Alla scoperta dei tre sentieri meno battuti del Parco del Conero

10 Consigli su come scattare foto di paesaggi migliori

Tour fotografico in Abruzzo:da Campo Imperatore al Parco del Sirente e Velino

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo post con i tuoi amici