Escursione fotografica a piedi nel Parco Naturale del Monte San Bartolo

da | Lug 5, 2020

Escursione fotografica a piedi nel Parco Naturale del Monte San Bartolo. Un itinerario davvero molto particolare tra il suggestivo borgo di Fiorenzuola di Focara, passando poi per il sentiero del Mare e il Tetto del Mondo e terminando il mio itinerario in totale relax al Porticciolo di Baia Vallugola. All’interno dell’articolo troverai numerosi consigli e tante informazioni pratiche che potranno rivelarsi davvero utili per la tua prossima escursione fotografica al Parco Naturale del San Bartolo.

Escursione fotografica a piedi al Parco del San BArtolo

Famoso per la sua strada panoramica che parte da Gabicce Mare e arriva a Pesaro. Negli anni il Parco Naturale Regionale del Monte San Bartolo ha fatto sentire la sua voce in fatto di bellezza e ancora oggi sono numerosi i ciclisti o gli appassionati di moto che decidono di affrontare questi 24 km. tra sali e scendi e naturalmente non potevano mancare numerosi tornanti.

Anche io ho scelto di venire qui,soprattutto per dare un’altra opportunità a questo luogo e adesso ti spiego anche il perchè. La prima volta che sono venuto al Parco Naturale del Monte San Bartolo non ne sono rimasto particolarmente colpito;forse sarà stato il periodo non proprio ideale;di sicuro una giornata piovosa autunnale non rientra tra quelle tipiche giornate che ti possono far apprezzare a pieno questo luogo.

Ho pensato che forse la prima volta sono andato un po’ troppo di fretta. All’epoca mi piaceva riempire la classifica dei luoghi visitati,piuttosto che rallentare e godermi fino in fondo la bellezza,le persone e le caratteristiche del luogo.

Forse è stata proprio questa cosa che mi ha spinto a dare una seconda opportunità al Parco Naturale del Monte San Bartolo e;visto che la prima volta ho fatto giusto un giro in macchina;per questa mia esperienza ho deciso di parcheggiare l’auto e percorrere tanta strada a piedi per conoscere ed apprezzare molto di più questa zona. Sono dell’idea che se la terra non la vivi a pieno non potrai mai apprezzare fino in fondo di cosa si tratta veramente. Bene!!!!

Cosa fotografare a Fiorenzuola di Focara. Escursione fotografica al San Bartolo.

La mia prima escursione fotografica al Parco Naturale San Bartolo partirà dalla località di Fiorenzuola di Focara e;una volta visitato il minuscolo paese;percorrerò il sentiero del Mare (CAI 155/a) fino ad arrivare alla spiaggia sottostante famosa per i suoi “cogoli”(pietre di arenaria arrotondata dalle forme più svariate).

La mia seconda escursione fotografica al San Bartolo prevede una sosta obbligatoria al Tetto del Mondo;un punto panoramico davvero interessante con una vista a dir poco stupenda. Subito dopo,faro un breve tratto di strada con la macchina fino ad arrivare sentiero CAI 151/d che porta alla Vallugola;una piccola baia davvero caratteristica,con il suo porticciolo,la spiaggia sassosa e alcuni ristoranti molto frequentati nella stagione estiva.

Se ti interessa sapere quali altri sentieri ci possono essere da queste parti puoi consultare direttamente il sito ufficiale del Parco Naturale del Monte San Bartolo

Leggi anche: Alla scoperta di Portonovo:breve itinerario fotografico dei luoghi più iconici

Per cercare una luce migliore e decisamente più particolare e suggestiva ho deciso di effettuare questi sentieri a tappe alternate durante tutto l’arco della giornata. La spiaggia di Fiorenzuola di Focara(vedi foto sopra)infatti è stata fotografata all’alba.

Escursione fotografica al San Bartolo:passo dopo passo sul sentiero del Mare

Il sentiero del Mare Fiorenzuola di Focara. Cosa vedere a Fiorenzuola di Focara.

Il sentiero del Mare parte dall’abitato di Fiorenzuola di Focara,precisamente dalla piccola scalinata sotto le mura del paese.E’ un sentiero piuttosto semplice in discesa;in salita un pò meno vista la lunghezza di circa 1,3 km e un dislivello di 160 metri. Detto questo il CAI lo considera di fascia turistica. Ti troverai infatti ad affrontare una strada asfaltata interdetta al traffico che ti porterà fino a toccare il mare;

Il tempo di percorrenza è di circa 20/25 minuti;naturalmente ognuno in base alle proprie possibilità;

La strada è ricca di tornati e ti posso già indicare che ci sono diversi punti panoramici per poter scattare delle ottime fotografie,soprattutto nella parte finale del percorso. Ora non ti sto a dire “Portati il cappello e la crema solare;altrimenti mi sembra di diventare mia madre quando mi dava le raccomandazioni prima di uscire.

“Hai preso tutto” “Mi raccomando portati la maglia che è freddo” “Ma mamma siamo in estate,fuori ci sono 30 gradi” “Non si sa mai dovesse cambiare il tempo” Va beh! Ma questa è un’altra storia. Sarà meglio continuare con l’articolo.

Una volta arrivato in spiaggia;ti ritroverai un ambiente naturalistico di rara bellezza. Non ci sono ombrelloni,nè stabilimenti balneari,nè bar,ma soprattutto una natura incontaminata. La foto che vedi sotto è stata scattata alle 5 del mattino e quelli che vedi in primo piano sono i famosi “cogoli”,che non sono altro che delle pietre di arenaria arrotondata dalle forme più svariate. Davvero caratteristici.

La cosa che mi è rimasta impressa di questo luogo è la sua pulizia. Non ho trovato rifiuti. Spero vivamente che nel tempo tutto possa essere preservato in questa maniera. Un grazie immenso a tutti coloro che contribuiscono ogni giorno a mantenere pulito l’ambiente in cui si trovano.

escursione fotografica a fiorenzuola di focara

Escursione fotografica al San Bartolo:a spasso per Fiorenzuola di Focara

Escursione fotografica al San bartolo

Una volta terminata la mia escursione/sfacchinata al sentiero del Mare,senza nemmeno battere ciglio mi sono dedicato al piccolo paesino di Fiorenzuola di Focara,più precisamente un antico borgo medioevale,dove potrai immergerti nelle sue viuzze strette e ben curate. Insieme a Gradara,Castel di Mezzo e Granarola,faceva parte di uno dei quattro castelli eretti a difesa per il controllo del Valico della Siligata;oggi diventato la strada di collegamento veloce tra Cattolica e Pesaro.

Ma cosa fotografare a Fiorenzuola di Focara? I punti di interesse sono molteplici. Caratteristico di questa zona è la Chiesa di Sant’Andrea del 1200 di cui oggi è visibile soltanto il campanile con l’orologio. A pochissimi metri potrai gustarti una magnifica vista panoramica davvero eccezionale sul versante pesarese e fatto questo non potrai di certo farti mancare una passeggiatina tranquilla tra queste viuzze caratteristiche.

Cosa fotografare durante un escursione fotografica al San Bartolo. La torre dell'orologio di Fiorenzuola di Focara.

Dove parcheggiare gratis? Se c’è una cosa che mi piace fare quando vado in giro per intere giornate è quello di riuscire a trovare dei parcheggi gratis. A breve distanza dal centro abitato ci sono diversi punti dove poter lasciare in tutta tranquillità la tua auto. Il parcheggio della Chiesa appena fuori dal paese,il parcheggio del cimitero,alcune vie prima di arrivare in prossimità del centro e alcuni punti lungo la strada panoramica;ma qui sei proprio off-limits.

Centro storico Fiorenzuola di Focara. Cosa vedere a Fiorenzuola di Focara.
Cosa vedere al Parco del San Bartolo.

Escursione fotografica al San Bartolo:il tetto del mondo e il porticciolo della Vallugola

Il tetto del Mondo. escursione fotografica San Bartolo

Di sicuro da fotografo non mi potevo far mancare una foto al tetto del mondo;icona del Parco Naturale del San Bartolo e punto panoramico davvero suggestivo e straordinario. Ma come ci si arriva? E’ davvero molto molto semplice.

Appena superato il piccolo paese di Castel di Mezzo,sempre sulla strada panoramica che porta verso Gabicce Mare,a circa 200/250 metri ti troverai una comoda piazzola dove poter parcheggiare l’auto. Da lì,imboccando parte del sentiero 151,arriverai in meno di 5 minuti al Tetto del Mondo. Da qui la vista è davvero stupenda. Il mio consiglio però è quello di continuare ancora per un pò in modo tale da ritrovarti in altrettanti punti panoramici davvero suggestivi.

In questa zona oltre alle foto si possono praticare trekking;mountain bike e per chi ama volare anche parapendio. Ho visto in diretta l’inizio del lancio. Adrenalina pura.

A questo punto poi,visto che rimaneva davvero poco al tramonto,ho deciso di andare a cena. Naturalmente sto scherzando;ho mangiato giusto qualcosina tra uno scatto e l’altro;meglio sorvolare. Ebbene sì,ho preso la macchina;ero davvero stanco;e dopo pochissimi km mi sono trovato al porticciolo della Vallugola. Sicuramente rispetto alla spiaggia di Fiorenzuola di Focara questa è decisamente una zona più turistica. Ristoranti e stabilimenti balneari non mancano.

Baia Vallugola. Cosa fotografare al San Bartolo.

Non ti posso dire come si mangia,poichè ero impegnato con la fotografia,ma ti posso dire che quando sono passato di lì c’erano diverse persone a cena e quindi presumo che non siano male. Una cosa è certa. Sei direttamente sul porto e la vista è davvero esclusiva,e naturalmente non me la sono fatta scappare…

Baia Vallugola. Porto della Vallugola.
Sentiero Cai 151/d

Alcune info pratiche……

Per arrivare alla Vallugola è davvero semplice. Come ti dicevo prima,questo sentiero,che in realtà è una strada che si può percorrere benissimo anche in macchina è segnalato con il numero CAI 151/d. Penso che qui siamo proprio al confine tra Marche ed Emilia. Per parcheggiare non ci sono problemi;posti ci sono;anche se in alta stagione si fa un pò fatica a trovare spazio e sono a pagamento (1,20€ l’ora dal 01/04 al 30/09 08.00-24.00);ma anche qui con un pò di fortuna e sfruttando l’orario del tramonto in cui i turisti scappano dalla spiaggia,si può riuscire a trovare un posto gratis per l’auto a pochissimi metri dal mare.

Ultimissima cosa su questo posto. Davvero stra consigliato per effettuare delle foto al tramonto. Naturalmente sapevo già che il sole sarebbe tramontato da quella parte e questo grazie ad un APP scaricata da Google Play store e che si chiama Sun locatore Lite. Questa APP decisamente molto interessante e facile da utilizzare,mi ha dato la possibilità di sapere con largo anticipo la posizione del sole sia all’alba che al tramonto durante tutto il mio itinerario al Parco Naturale del San Bartolo.

Il mio compito è stato solo quello di inserire il nome della località,premere il tasto ricerca e l’APP ha fatto tutto da sola indicandomi sia l’orario dell’alba e del tramonto,sia la cadenza della luce. Davvero un APP eccezionale e soprattutto GRATIS. Io la utilizzo spesso durante le mie escursioni fotografiche. Naturalmente c’e ne sono diverse di APP di questo tipo e se qualcuno ne conosce di migliori sono apertissimo al cambiamento. Magari se vi va lo potete scrivere anche nei commenti.

Baia Vallugola.
La Vallugola

Dove dormire al Parco Naturale Regionale del Monte San Bartolo

Camping Panorama Parco regionale San Bartolo. Campeggi Parco Regionale San Bartolo. Dove dormire San Bartolo
Chalet Camping Panorama San Bartolo.
Dove dormire al San Bartolo

Prima di iniziare voglio ringraziare Marco e sua moglie per avermi ospitato al Camping Panorama e avermi dato la possibilità di dormire nel loro splendido campeggio. Due persone cortesi e decisamente molto affabili,che mi hanno saputo indicare con precisione i posti più caratteristici della zona.

Il campeggio è situato sulla Strada Panoramica ed è immerso nel verde del Parco Naturale del San Bartolo. Trovarlo è davvero molto semplice ed inoltre rappresenta anche un punto strategico per poter visitare la zona. Da una parte paesi come Fiorenzuola di Focara e Castel di Mezzo sono davvero a pochissimi km,mentre dall’altra parte abbiamo Pesaro ad appena 7 Km.

Colazione Camping Panorama.

Fatta questa premessa,per chi è alla ricerca di un posto tranquillo ma con tutti servizi disponibili,questo è il posto ideale.Se vuoi sapere qualche informazione in più su questo campeggio puoi accedere direttamente al sito ufficiale del Camping Panorama.

Bungalow Camping Panorama

La foto qui sopra è dove ho dormito io. Per me è stato davvero perfetto. Un bungalow tutto per me,ma soprattutto la libertà di uscire la mattina presto per andare a fare le foto all’alba senza chiedere nulla a nessuno. Questo bungalow,leggermente distaccato dal campeggio(appena 50 metri) e con un ampio spazio dove parcheggiare l’auto,è stato davvero ottimo per le esigenze che avevo.

Ultime considerazioni su questa esperienza al San Bartolo

Ho fatto davvero bene a dare un’altra opportunità al Parco Naturale del San Bartolo. In questi due giorni le emozioni sono state davvero incredibili e i panorami davvero eccezionali. Una curiosità molto simpatica. Alla fine i km che ho percorso a piedi sono stati davvero tanti. Ho sudato tantissimo e in alcuni momenti è stata davvero dura;ma alla fine ogni mio sforzo è stato ripagato abbondantemente. Ma questi sono solo dettagli. Ci tenevo a farvi conoscere un pò meglio questa zona.

Sicuramente vorrei ritornare per completare il giro. Mi spiego meglio. Lì al camping Marco mi ha indicato che due posti sicuramente da non perdere,ma che meritano di essere visitati sono Villa Imperiale,una residenza privata,aperta solamente nei giorni di mercoledì dalle ore 15.30 alle ore 18.30 e il sabato dalle 10.00 alle 13.00 e Villa Caprile,ora istituto d’istruzione superiore,ma che per ora non è visitabile;causa COVID-19. Magari finito questo trambusto generale ci farò di sicuro un pensierino.

Spero che questo articolo sia stato davvero utile.Se hai qualche domanda scrivimi pure qui sotto nei commenti e farò del mio meglio per risponderti il prima possibile.

A presto

Francesco

Articoli Correlati

Cosa fotografare al Passetto di Ancona:alla scoperta dei luoghi più iconici

Alla scoperta dei 3 sentieri meno battuti del Parco del Conero

2 Commenti

  1. Ilenia

    Ho trovato davvero interessante questo articolo, complimenti per le foto MOLTO BELLE 👍👍👍👍

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo post con i tuoi amici