Alla scoperta di Pisa:itinerario di due giorni immersi tra arte e cultura

da | Set 27, 2020

Un itinerario di due giorni alla scoperta del centro storico di Pisa, immersi tra arte e cultura. Cosa visitare oltre alla famosissima Piazza dei Miracoli? Come organizzare al meglio la tua permanenza qui a Pisa? E quali sono i luoghi più caratteristici dove è possibile scattare delle ottime fotografie? Bene!! In questo articolo risponderò a tutte queste domande in modo tale che potrai avere quante più informazioni possibili per poter organizzare in piena autonomia il tuo weekend in questa città davvero stupenda.

Alla scoperta di Pisa.
Duomo di Pisa – Piazza dei Miracoli

Pisa è diventata famosa nel mondo per via della sua Torre pendente,ma oltre a questo monumento così straordinario,ci sono tantissime altre cose che meritano sicuramente di essere viste e assaporate. Tra queste possiamo citare il Duomo,il Battistero,il Camposanto Monumentale,il Palazzo Blu e La Piazza dei Cavalieri per non parlare poi delle vie del centro storico e del lungarno,un vero e proprio museo a cielo aperto.

Ti piace l’arte? Se la tua risposta è sì allora è molto probabile che Pisa possa far parte della tua lista dei desideri,anche perchè visitarla è davvero molto semplice e con un paio di giorni si riesce a fare davvero tutto.

Bene!! Detto questo iniziamo subito con l’itinerario del tutto personalizzato all’insegna dell’arte e della cultura.

Alla scoperta di Pisa:cosa vedere in due giorni

Alla scoperta di Pisa. Lungarno

Quali sono le cose principali da poter vedere e fotografare qui a Pisa? Qui di seguito troverai la mia personale classifica delle cose che proprio non dovrai perderti.

La Piazza dei Miracoli

Rappresenta il centro artistico più importante di Pisa ed è stata inserita dall’ Unesco fra i Patrimoni dell’ Umanità nel 1987 e d’altronde non poteva che essere così vista la bellezza di questa Piazza. Al suo interno potrai ammirare i monumenti della vita religiosa cittadina,denominati miracoli da Gabriele d’Annunzio nel 1910,per la loro particolare bellezza e originalità.

Alla scoperta di Pisa. Battistero
Battistero

Il Duomo,il Battistero,il Camposanto Monumentale e la Torre Pendente sono i monumenti che ne fanno parte e da cui deriva il nome popolare di Piazza dei Miracoli. Questo nome si è largamente diffuso nel dopoguerra fino ad arrivare ai giorni nostri,ma in realtà il vero nome è Piazza del Duomo.

Bene!!! Fatta questa premessa,partiamo subito con la serie di informazioni pratiche. Questi monumenti si possono visitare pagando un biglietto d’ingresso,tranne che per il Duomo che è completamente gratis. Ora però parliamo di prezzi e opinioni del tutto personali e soggettive.

  • Il Camposanto Monumentale e il Battistero (2 monumenti 7€). Cosa dire di queste due opere straordinarie? Dietro a tanta bellezza artistica non posso che dirti di visitarli entrambi con la dovuta calma;
Alla scoperta di Pisa. CAMPOSANTO mONUMENTALE
Camposanto Monumentale
Alla scoperta di Pisa.
Camposanto Monumentale
  • Il Duomo (completamente gratis). Lo si può visitare ritirando il pass alla biglietteria. Ti dico solamente che ho scattato fotografie su fotografie per circa un’oretta di fila e non volevo più uscire di lì talmente preso dalla bellezza artistica del luogo;
Duomo di Pisa
Il Duomo di Pisa
Duomo di Pisa
Cattedrale di Pisa
  • La Torre Pendente,il più caro dei monumenti (18€). La visita complessiva dura 30 minuti e te la consiglio nel caso vorrai fare la classica foto dall’alto della Piazza dei Miracoli;per il resto 10 minuti di orologio;questo il tempo che si può trascorrere sopra;sono davvero pochi per poter scattare delle ottime fotografie. Inoltre la differenza di prezzo rispetto agli altri monumenti è davvero notevole vista la quantità e la qualità delle opere d’arte che si possono ammirare soprattutto negli altri. Però detto questo lascio a te la piena facoltà di decidere se salire o meno nella torre.
Torre di Pisa
Torre Pendente. Piazza dei Miracoli
Piazza dei Miracoli

Per maggiori informazioni su orari,eventi e accessibilità puoi visitare direttamente il sito ufficiale di riferimento Opapisa.it cliccando qui;mentre per tutte le altre informazioni relative alla visita della città è invece presente l’info point proprio di fronte alla Cattedrale. Per accedere al sito ufficiale puoi cliccare qui.

Alla scoperta di Pisa:la Piazza dei Cavalieri

Palazzo degli anziani
Palazzo degli Anziani
Piazza dei Cavalieri

Non appena usciti dalla Piazza dei Miracoli,procedendo verso il centro storico,un’altra tappa davvero imperdibile è la Piazza dei Cavalieri,in origine chiamata la Piazza delle Sette Vie. Nel passato rappresentava un centro politico davvero importante per la città di Pisa. Molto probabilmente era il luogo del foro Romano;in seguito però venne trasformata nell’ordine dei Cavalieri di Santo Stefano da Cosimo I de Medici.

Piazza dei Cavalieri

Anche questa Piazza merita sicuramente di essere fotografata soprattutto per la bellezza del Palazzo degli Anziani,completamente ricoperto nella facciata,da graffiti,disegni e dai busti della famiglia dei Medici di Toscana. Oggi è sede della Scuola Normale Superiore,dove un tempo hanno studiato e insegnato personaggi illustri come Carducci e Pascoli.

Il Lungarno

Alla scoperta di Pisa
Lungarno di Pisa con i suoi edifici colorati

Naturalmente l’itinerario fotografico tra arte e cultura continua in direzione del Lungarno;passando per Borgo Stretto;che rappresenta una delle zone più frequentate della città,ricca di portici e palazzi del XIV e XV secolo. Che dire? Davvero molto molto bella questa zona del centro storico.

Dopo questa breve passeggiata per le vie della città eccomi arrivato sul Lungarno con i suoi edifici colorati. Qui di sicuro potrai davvero divertirti a scattare fotografie,cercando la composizione che più ti piace. Sono presenti diversi ponti dove è possibile appostarsi,ma quelli che rendono di più sotto l’aspetto compositivo,sono quelli vicini al centro storico dove hanno sede la maggior parte degli edifici più caratteristici della città di Pisa.

Una visita al Palazzo Blu

Piano nobiliare Palazzo Blu
Piano Nobiliare del Palazzo Blu

Posto sul Lungarno di sicuro non mi potevo far scappare questa visita all’insegna dell’arte e della cultura. Questo palazzo infatti si propone come moderno strumento di arricchimento dell’offerta culturale della città di Pisa ed è inserito nel progetto di valorizzazione del circuito dei musei che si affacciano sul Lungarno;e posso solamente aggiungere che lo stanno facendo egregiamente.

Dopo aver vissuto questa esperienza;tra l’altro ad un costo irrisorio di soli 3€;non posso che consigliarti di prendere in considerazione anche questa opportunità. La visita al Palazzo è durata all’incirca un oretta. Ho fatto foto naturalmente,ma ogni tanto mi sono fermato ad ammirare la bellezza dei quadri e della dimora nobiliare.

Quadri Palazzo Blu
Arte e cultura Palazzo Blu

Non ti nego che mi piace tantissimo andare per musei. Non è solamente per l’enorme quantità d’arte che posso trovare,ma anche per il fatto che quando ci sono dentro riesco ad assaporare il gusto dell’andare piano e la dimensione di quella tranquillità che nella vita di tutti giorni a volte scompare.

Passo lento,silenzio,osservazione attenta di quello che si ha di fronte. Cos’altro posso dire? Questa visita al Palazzo Blu ne è valsa davvero la pena.

Piano Nobiliare

In ogni modo se anche tu vorrai concederti questa esperienza e vorrai approfondire l’argomento,allora il mio invito è quello di andare a dare un’occhiata al sito ufficiale di riferimento del Palazzo Blu cliccando qui.

Alla scoperta di Pisa:dove dormire e come spostarsi in città

Partiamo subito facendo questa premessa. Il luogo dove avrai deciso di dormire dipenderà molto probabilmente dal mezzo che avrai scelto per visitare la città. Se la tua scelta è ricaduta sul treno e quindi i tuoi spostamenti in città saranno a piedi o in autobus allora il mio consiglio è quello di dormire in centro così da avere tutto a portata di mano.

Mentre se la tua scelta sarà quella di andare in auto come ho fatto io,allora il consiglio che ti posso dare è quello di pernottare fuori dal centro storico in modo tale da non avere problemi con i parcheggi,tra l’altro decisamente molto cari.

Per i turisti è assegnato un modico prezzo di 2€ l’ora e 2,80€ per le ore successive;in ogni modo controlla sempre il parchimetro.Se deciderai per questa opzione,potrà rivelarsi un vero e proprio salasso giornaliero;ma;oltre a questo che ti ho appena detto,esiste un’ altra opportunità davvero molto interessante e fra poco te ne parlerò.

In ogni modo per maggiori info su parcheggi e tariffe puoi visitare il sito di riferimento della Pisamo S.R.L.

Fatta questa premessa si può parcheggiare a Pisa spendendo poco o nulla? La mia risposta è sì e adesso ti dirò come fare.

Anche in questo viaggio sono riuscito a trovare dei parcheggi quasi gratis e vicinissimi alla Piazza dei Miracoli. Non sono stato bravo;anzi;il tutto si è materializzato in maniera piuttosto casuale e visto che si tratta di una vera e propria opportunità la volevo condividere con te. I parcheggi si trovano in prossimità della Piazza dei Miracoli;precisamente nelle vie vicine allo stadio principale della città. Tra l’altro mi è sembrata anche una zona piuttosto sicura.

Spero soltanto che con il tempo non cambino le cose. Ma ora passiamo alla parte più interessante. Quanto costano sti benedetti parcheggi? Te lo dico subito;0,75 centesimi l’ora fino alle 2 di pomeriggio;poi sono completamente gratis.

Non è una figata pazzesca?

Ultime considerazioni

Dopo aver trascorso questi due giorni davvero intensi alla scoperta di Pisa sono tornato a casa carico e pieno di idee;poi bisognerà vedere se e come realizzarle;ma questo è un’altro aspetto su cui dovrò lavorare. Detto questo;posso solo dirti che se ami l’arte;non puoi farti scappare l’occasione di visitare una città come Pisa.

Spero che questo articolo sia stato davvero utile.Se hai qualche domanda scrivimi pure qui sotto nei commenti e farò del mio meglio per risponderti il prima possibile.

A presto

Francesco

Articoli correlati

Escursione fotografica di un giorno nelle terre del Fermano

Cosa fotografare al Passetto di Ancona:alla scoperta dei luoghi più iconici

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo post con i tuoi amici